HOME


 

Scopri i popoli
le loro tracce,
millenni di storia
del Salento


Fruizione Culturale

Arte
Storia
Cultura
Parco Letterario
Archeologia Industriale
Editoria


   Penisola
  
Comuni
   Stradario
   Numeri Utili
   Farmacie

   Meteo
   Mare
   Campagna
   Librerie
  
Biblioteche

   Dolmen
   Menhir

  
Pajare
  
Castelli
   Torri Costiere

   Agriturismi
   Masserie

   Pub e Pizzerie  
  
R
istoranti

  
Stab. Balneari

   Musei
  
Avanguardie
   Speleotrekking

  
Link
   Ricette    
   Editoria

 



Gadgets

 
 

 

 

 
 


 


 

      STORIA / CULTURA / ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE / FOTOGALLERY / GIOVECOM / IL GIOCO E L'ARTE / LAST MINUTE      

  SALENTO dalla Preistoria all'Ottocento

STORIA del SALENTO dal Neolitico all'800, Dolmen, Menhir, NEOLITICO, La grotta del Cavallo, La grotta  di Serra la Cicora, La grotta dei Cervi di Porto Badisco, PALEOLITICO Le Veneri di Parabita La Mappa di Soleto, Fenici, Micenei, Japigi, Messapi, Romani, Rudiae, Appia Traiana, Bizantini, Basiliani, Saraceni, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi, Spagnoli, Lecce e Barocco, Borbone, Savoia


Storia del Salento

MESSAPI



Trozzella Messapica, Lecce
Museo Sigismondo Castromediano

I Messapioi sono un'antica popolazione della Puglia che colonizzò la penisola salentina a partire dal VII sec. a.C. Provenivano dall'Illiria: la costa orientale dell'Adriatico, fra l'attuale Albania, il Montenegro e la Dalmazia meridionale. Avevano iniziato a emigrare sin dal 1000 a.C., colonizzando profondamente il Salento. Fondarono numerosi e importanti centri agricolo-pastorali nell'entroterra quali Rudiae, Cavallino, Ceglie, Vaste. Lungo le coste sorsero altrettanti centri mercantili: Roca Vecchia, Ugento, Otranto. Nel periodo del loro massimo splendore i Messapi hanno impresso agli insediamenti agricolo pastorali della penisola Salentina una profonda evoluzione produttiva e una struttura organizzata del paesaggio agrario, di probabile discendenza ellenica.

Le principali città sono BRINDISI, RUDIAE, LECCE, CANOSA. Altri centri messapici nel Salento sono: Alezio, Castro, Cavallino, Ceglie Messapico, Gallipoli, Lecce,  Manduria, Muro Leccese, Nardò, Oria, Ostuni, Otranto, Porto Cesareo, Patù, Soleto, Ugento, Vaste, Vereto, Vitigliano.

Durante la guerra del Peloponneso fra Atene e Sparta, i rapporti fra la greca Taranto e i Messapi sono stati continui e dovuti a baratti e scambi di mercanzie: i Messapi fornivano ai Tarantini i prodotti agricoli in cambio di manufatti di lusso.
Da Brindisi a Roca Vecchia (dove nella 'grotta della poesia ' sono state trovate molte iscrizioni messapiche), a Otranto, a Leuca, a Ugento (dove è stata trovata una statua di Poseidone), a Porto Cesareo, ecc, le navi greche si fermavano per fare rifornimento d'acqua e per vendere i prodotti dell'artigianato greco.

 Il carattere 'tarentino' delle espressioni artistiche messapiche è presente ad esempio nell'ipogeo di palazzo Palmieri a Lecce. Nel 338 a.C. i Messapi furono sconfitti da Alessandro d'Epiro e nelle due prime Guerre Sannitiche si allearono con Roma; ma le si ribellarono nella terza finché, dopo la conquista romana dell'ellenica Taranto del 272 a.C., i romani procedettero alla sistematica sottomissione delle popolazioni messapiche. Dopo la presa di Brindisi avvenuta nel 267 a.C., nel 267-266 a.C. la città messapica di Rudiae fu sottomessa a Roma e fu completamente romanizzata tramite la ristrutturazione del territorio, sconvolgendo i secolari rapporti commerciali fra Taranto e i Messapi. Nel 224 Roma dedusse una colonia latina a Brindisi e ancora nel 90 a.C. dopo aver partecipato alla guerra sociale.


Le fonti sono:
"Enciclopedia Zanichelli, ed. La Repubblica, Roma, 1995"
"Il Salento dai Messapi all'Unità d'Italia, Conte ed., Lecce, 1994"

 

"I Leoni di Messapia",
un'epopea nel Salento
del V sec. a.C.
a cura di Fernando Sammarco

Questa accanto è una rivisitazione artistica
delle antiche
"trozzelle messapiche",
a cura dell'artista
Sandro Greco

 

A cura del dott. Giovanni Greco



... in continuo aggiornamento ...

 
 

Soleto: la più antica mappa geografica mai rinvenuta (del V secolo)

Le Veneri di Parabita


 Qualora vi fossero inesattezze, contattare belsalentoweb@libero.it

 
 

Editoria in belsalento.com

Arte Raku

Ogni terra produce i suoi frutti e ogni frutto il suo seme


 
CAPPELLO, VENTAGLIO, CALENDARIO, PORTASIGARETTE, BLOCK-NOTES


 



CELTIBERIA.NET

   

 



BelSalento.com® è un marchio registrato -
©Tutti i diritti riservati


Servizi di fruizione culturale
Contatta il webmaster
belsalentoweb@libero.it 


Scrivi a BelSalento.com


by
GIOVECOM



Editoria in belsalento.com


Progetto grafico e web design
Giovanni Greco
Copyright © 1998-2006 by GIOVECOM



All
Rights Reserved. | Tutti i diritti sono riservati.
Tutti i marchi citati appartengono alle aziende proprietarie.
Bel Salento non è collegato ai siti internet recensiti e non è responsabile del loro contenuto.



Arte Storia Cultura Comuni Archeologia Tradizioni Foto
             
             

 
.com


... in continuo aggiornamento ...

Impostare la Risoluzione Video a 1024x768. Set Video Resolution to 1024x768

Tutti i marchi citati appartengono alle aziende proprietarie.
Bel Salento non è collegato ai siti internet recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
 E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEGLI ARTICOLI SENZA PERMESSO DELLA REDAZIONE.