HOME
 


Fruizione
Culturale


Cultura del Salento


Arte
Storia
Cultura
Parco Letterario
Archeologia Industriale


   Penisola
  
Comuni
   Stradario
   Numeri Utili
   Farmacie

   Meteo
   Mare
   Campagna
   Librerie
  
Biblioteche

   Dolmen
   Menhir

  
Pajare
  
Castelli
   Torri Costiere

   Agriturismi
   Masserie

   Pub e Pizzerie  
  
R
istoranti

  
Stab. Balneari

   Musei
  
Avanguardie
   Speleotrekking

  
Link
   Ricette    
   Editoria

 


Gadgets

 
 

 

 

 
 


 

      STORIA / CULTURA / ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE / FOTOGALLERY / GIOVECOM / IL GIOCO E L'ARTE / LAST MINUTE      

 

Personaggi pugliesi e della terra del Salento
 

PARCO LETTERARIO - virtuale - del SALENTO, Pitagora, Filolao, Pacuvio, Andronico, Quinto Ennio, Virgilio, Tancredi, Raimondello Orsini, Galateo, Matteo Tafuri, Vanini, Zimbalo, Isabella Castriota Scandemberg, Ignazio Falconieri, Pasquale Greco Sigismondo Castromediano, Salvatore Trinchese, Giuseppe Candido, Stanislao Sidoti, Stasi, Gioacchino Toma, Bacile, Antonio Bortone Cosimo De Giorgi, Scorrano, Eugenio Maccagnani, Casciaro, Grandi, Serrano, Cesare Augusto Lucrezio, Rita Franco, Gaetano Martinez, Luigi Paladini, Achille Starace, Raffaele Giurgola, Antonio D'Andrea Girolamo Comi, Tito Schipa, Perulli, Vincenzo Ciardo, Geremia Re, Antonio Mazzotta, Luigi Gabrieli, Temistocle De Vitis, Ennio Marzano, Gaetano Giorgino, Nino Della Notte, Mino Delle Site, Suppressa, Sozzo, Barbieri, Manni, Calò Cloe Elmo Giuseppe Codacci Pisanelli, Nullo D'Amato, Vittorio Bodini


Parco Letterario - Antonio Bortone

 

Antonio Ippazio Bortone




 

Museo Provinciale Sigismondo
Castromediano - Lecce

Il Museo archeologico sui Messapi e Rudiae, espone la collezione degli scavi iniziati dal fondatore Sigismondo Castromediano alla fine dell'Ottocento. Le successive campagne di scavo della provincia e della regione Puglia, hanno arricchito la collezione con molti  reperti vasi, statue dipinti
 una raccolta numismatica, bronzi, terrecotte, epigrafi romane e messapiche, dipinti veneti, sculture e vetri di Murano, avori e smalti. Attivo con molte attività culturali: sezione preistorica, antiquarium, topografico, pinacoteca, sala '800 - '900.
Viale Gallipoli, 28 - 73100 Lecce.
tel 0832 307415
MailMuseo:
museo@provincia.le.it

SitoInternet: www.provincia.le.it
Orari: Lun-Sab 9,00-13,30 e 14,30-19,30; Dom 9,00-13,00.

 

 

 

 

 

Antonio Ippazio Bortone

Scultore Ruffano, 1844-1938

Artista eclettico, è uno degli esponenti più rappresentativi della scultura italiana a cavallo fra l'800 e il '900. La sua formazione di base si svolge fra Lecce e Napoli. A soli dieci anni scolpì il ritratto del padre Carmelo. Il busto era sorprendentemente rassomigliante e, in breve tempo, accrebbe la fama del giovane talento. Sicché l'intendente provinciale Sozy Carafa convocò l'artista-fanciullo e gli chiese un ritratto. L'opera, eseguita con gran maestria, convinse l'alto funzionario a far proseguire gli studi al Bortone, il quale apprese i primi rudimenti del disegno e della scultura nell'ospizio S. Fernando in Lecce. Fu affidato allo scultore Antonio Maccagnani (zio del famoso Eugenio), che gli insegnò una buona tecnica. Nel 1861 la Provincia gli corrispose un assegno con il quale poté completare gli studi accademici presso l'Istituto superiore d'arte a Napoli. Verso il 1865 si stabilì a Firenze per quarantacinque anni, dove ha dato prova della sua maturità stilistica e dove poté avvicinarsi al noto scultore senese Giovanni Dupré. Sotto la sua guida eseguì la scultura in marmo Il gladiatore morente. Alla vista di quell'opera Dupré esclamò: "collega". Fu l'inizio del successo. Da allora in Toscana Bortone eseguì numerosi busti: Garibaldi, Vanini, Galateo; realizzò il Fanfulla da Lodi opera che riscosse calorosi consensi dalla critica alla mostra di Napoli del 1877, e che fu premiata all'Esposizione Universale di Parigi dell'anno dopo. In questi anni scolpì busti, statue e monumenti per la città toscana (il monumento a Gino Capponi in Santa Croce, i busti di Giotto e Michelangelo per la facciata di S. Maria del Fiore, ed altre opere). Prese parte anche alla decorazione dell'altare della Patria, a Roma. A Lecce e nel Salento realizzò altri monumenti (/ Martiri di Otranto, Giuseppe Garibaldi, Sigismondo Castromediano ...). Ad una rara perizia tecnica non fa corrispondere una particolare inventiva. Sa però contenere i toni celebrativi ed aulici che sono propri di quegli scultori che nella seconda metà dell'Ottocento si identificano facilmente con una fraintesa tradizione classicista e monumentalista.

 

A cura del dott. Giovanni Greco

... in continuo aggiornamento ...


 
 

Saper sorridere, Dialogo tra un artista una farfalla ed una testuggine, Liberta', L'arte è... , Il tempo, i pensieri e i ricordi, di Sandro Greco

Le proposte editoriali di BelSalento.com
 
 
Ogni terra produce i suoi frutti
e ogni frutto il suo seme

Editoria in belsalento.com

Arte Raku

 


 
CAPPELLO, VENTAGLIO, CALENDARIO, PORTASIGARETTE, BLOCK-NOTES




BelSalento.com® è un marchio registrato -
©Tutti i diritti riservati


Servizi di fruizione culturale
Contatta il webmaster
belsalentoweb@libero.it 


Scrivi a BelSalento.com


by
GIOVECOM


Editoria in belsalento.com


Progetto grafico e web design
Giovanni Greco
Copyright © 1998-2006 by GIOVECOM



All
Rights Reserved. | Tutti i diritti sono riservati.
Tutti i marchi citati appartengono alle aziende proprietarie.
Bel Salento non è collegato ai siti internet recensiti e non è responsabile del loro contenuto.



Arte Storia Cultura Comuni Archeologia Tradizioni Foto
             
             

 
.com

Impostare la Risoluzione Video a 1024x768. Set Video Resolution to 1024x768

Tutti i marchi citati appartengono alle aziende proprietarie.
Bel Salento non è collegato ai siti internet recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
 E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEGLI ARTICOLI SENZA PERMESSO DELLA REDAZIONE.